Domenica, 25 giugno 2017 - ORE:17:45

Bankitalia, bisogna correre ai ripari


bankitalia

“Occorre proseguire con politiche economiche efficaci e credibili, che interrompano la spirale recessiva in atto nel nostro Paese quasi ininterrottamente dal 2008”. E’ fondamentale che l’incertezza politica non si ripercuota sulla crescita economica. E’ quanto si legge nel Bollettino economico della Banca d’Italia.

Secondo via Nazionale l’Italia deve “proseguire con politiche economiche efficaci e credibili, che interrompano la spirale recessiva in atto nel nostro paese quasi ininterrottamente dal 2008”, ed è necessario “evitare che incertezze nel quadro interno e il riemergere di turbolenze nell’area dell’euro minaccino le prospettive di ripresa”.

Il Pil è in calo ma c’è ancora molto da fare

Frena il calo del Pil nel primo trimestre dell’anno ma una svolta non sembra essere vicina. E’ quanto si legge nel Bollettino economico della Banca d’Italia. “Nel primo trimestre del 2013, secondo le indicazioni disponibili, – spiega Bankitalia – il Pil potrebbe essersi ridotto, ma a ritmi meno accentuati, anche grazie al miglioramento dell’interscambio commerciale. Le inchieste congiunturali non prefigurano un’imminente svolta della fase ciclica; le valutazioni delle imprese sulle condizioni dell’economia non migliorano e la fiducia dei consumatori rimane orientata al pessimismo”.

Grande attesa intorno al rimborso debiti P.a.

Il pagamento dei debiti della pubblica amministrazione nei confronti delle imprese “potrebbe contribuire alla crescita del Pil nei due anni per un ammontare complessivo compreso tra cinque e sette decimi di punto percentuale”. E’ quanto si legge nel Bollettino economico della Banca d’Italia. Via Nazionale sostiene che “nel complesso l’impatto macroeconomico del pagamento dei debiti è certamente positivo”, suggerisce di “monitorare regolarmente l’attuazione delle norme, così da introdurre i cambiamenti eventualmente necessari per assicurarne l’efficacia”, ma ammette che “le previsioni degli effetti sulla crescita del provvedimento sono molto incerte, in quanto è difficile prefigurare la rilevanza relativa delle diverse destinazioni dei fondi”.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 22 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.