Sabato, 27 maggio 2017 - ORE:02:31

Brusca accelerata delle Borse, l’economia sembra impazzita


borse

Il rally di Wall Street trascina anche Piazza Affari, con il Ftse Mib che ha chiuso in rialzo dell’1,04% a 16.922 punti. In scia agli ottimi dati che sembrano suggerire una ripresa del mercato del lavoro statunitense, i listini hanno aperto all’insegna dell’ottimismo con l’S&P500 che ha inaugurato la seduta oltrepassando per la prima volta la soglia dei 16.000 punti.

Il Dow Jones supera il suo massimo storico

Poco dopo anche il Dow Jones ha aggiornato il suo massimo storico superando i 15.000 punti. Oggi il Dipartimento del Lavoro Usa ha reso noto che l’economia del Paese ha aggiunto 165.000 nuovi posti di lavoro, oltre le attese del mercato a +145.000 unità, e ha fortemente rivisto al rialzo i dati di marzo e febbraio. Inoltre, il tasso di disoccupazione è sceso al 7,5%, il minimo da dicembre 2008, quando invece il mercato si aspettava rimanesse invariato al 7,6%.

La lettura migliore della attese dei payroll non agricoli di aprile e la revisione al rialzo dei dati relativi al mese di febbraio e di marzo “placano i timori circa il rallentamento primaverile” dell’economia statunitense, ha affermato Paul Ashworth, capo economista per gli Usa di Capital Economics. I dati hanno sostenuto il sentiment su tutti i mercati e anche gli altri listini europei hanno chiuso positivamente: Dax +2,02%, Cac-40 +1,4%, Ftse 100 +0,94% a punti, Ibex +1,85%.

La Borsa fa segnare dati importanti

Record storico anche per la borsa di Francoforte, che ha archiviato la seduta a 8.122,29 punti. Il forte rialzo segnato dall’indice, più consistente di quelli registrati dalle altre borse europee, è probabilmente legato al fatto che la Germania appare destinata a beneficiare in modo più diretto del taglio dei tassi deciso dalla Bce.

Il dollaro si è rafforzato contro lo yen, salendo sopra quota 99 sempre più vicino al livello dei 100 yen. Il biglietto verde ha guadagnato terreno anche nei confronti della moneta unica, con il cross euro/dollaro che si è portato a un minimo intraday di 1,3034. In calo il differenziale Btp/Bund a 263 punti base, con un rendimento sul decennale italiano sotto il 3,9% al 3,87%, e il Bonos/Bund a 281 punti (rendimento al 4,06%).



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 36 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.