Giovedi, 21 settembre 2017 - ORE:03:40

Ritorniamo all’era del Klondike: Rimonta l’oro

quotazioni dell'oro

quotazioni dell'oro

È da inizio anno che gli occhi degli investitori sono tutti puntati sull’oro, seppure sia ancora prematuro definirlo come il nuovo “bene rifugio” del 2015, ora che neanche più il franco svizzero rappresenta un porto sicuro per quanti vogliono tenersi al riparo dall’incertezza.

Le ripercussioni delle dinamiche internazionali sulle quotazioni dell’oro

Lo svincolo della parità dall’euro ha disorientato molti investitori che non si attendevano una tale decisione da parte della Svizzera, la cui valuta ha preso, senza posa, ad apprezzarsi, al punto che la Svizzera stessa starebbe valutando di deprezzare nuovamente la valuta se dovesse aumentare troppo di prezzo rispetto al limite sopportabile dell’economia.

E così, in un contesto generale in cui anche i titoli di debito pubblico rischiano di diventare carta straccia per molti (pensiamo per esempio al caso della Grecia e all’esito delle sue nuove rinegoziazioni del debito con l’Europa, così come all’abbassamento dei rendimenti dei titoli di Stato, resi ora poco convenienti), appare chiaro come l’interesse sia ora puntato sulle materie prime.

Una visione interessante è quella presentata da Alessandro Teonesto, financial analyst di comefaretradingonline.com, che spiega come sia facile pensare di avere certezze riguardo la stabilità del valore.

Come potete notare nel riquadro seguente, in effetti, la variabilità delle quotazioni dell’oro -quotato qui in dollari- continua a essere una delle realtà portanti delle quotazioni sul corso dei cambi.

fare trading online

I Paesi con la più alta richiesta di oro e i presenti problemi

Qual’è una delle domande internazionali principali di cui stiamo attendendo per i riflessi che vi sarebbero sulla ripresa delle quotazioni? La domanda dell’India che, in precedenza, si era come ritirata dal mercato dell’oro, imponendo il divieto di importazione.

Dalla Cina è sempre giunta la domanda trainante, come dall’India. Tuttavia, il rallentamento dell’economia e della produzione manifatturiera sembrano ormai aver portata la richiesta di oro in secondo piano. Gli altri protagonisti che non possiamo fare a meno di tenere sott’occhio sono certamente rappresentati dalla Russia (ci si attendono grossi movimenti delle riserve auree di collaterale che potrebbero “raffreddare” la risalita delle quotazioni), così come dai principali fondi di investimento.

Una nuova strategia di investimento

Il nuovo motto è diventato quello di diversificare gli investimenti. La diversificazione è la strategia di chi non è in grado di cogliere una direzione precisa del mercato, dato che non si riesce a capire bene cosa andrà peggio e cosa andrà meglio. Diversificare è meglio per cercare di non esporsi in operazioni azzardate che rischiano di farci perdere l’intero importo investito.

Chiaramente, il valore dell’oro è inversamente correlato con quello del dollaro Usa: quanto più si apprezza il dollaro Usa, tanto meno varrà l’oro e tanto più costerà acquistarlo. È ciò che solitamente accade per questo mercato. Non ha assolutamente senso cercare di cogliere le dinamiche delle quotazioni esprimendola prima in termini di euro dal momento che la nostra moneta è essa stessa quotata in dollari Usa. I dollari, pertanto, riflettono appieno la realtà dell’oro finanziario: da non confondere mai con l’oro fisico.

Questa situazione attuale non è esente da insidie per gli investitori. Essi, infatti, non possono affermare di sentirsi privi di incertezze, nemmeno con l’oro, seppure questo resti, ancor meglio che con i nuovi titoli di Stato, un asset “di prestigio” per tutti quegli investitori che vogliono cercare di trarre un certo guadagno dall’investimento.

Per investire in oro si può ricorrere, oltre che al trading binario, anche ai CFD o contratti per differenza che permettono, grazie al meccanismo della leva finanziaria, di esporsi minimamente per poter acquistare un lotto che richiederebbe un esborso minimo consistente. Questo metodo ha permesso anche al segmento “retail” (non professionale) di entrare nel mercato delle materie prime.

Restiamo allora in attesa delle future quotazioni dell’oro e delle conseguenti dinamiche dal punto di vista economico, tenuto conto che l’oro è prioritariamente condizionato dalle decisioni di domanda e di offerta da parte dei principali agenti economici (Stati e operatori istituzionali).



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 4 minutes, 3 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.