Giovedi, 21 settembre 2017 - ORE:03:39

Mercato auto, il mese di marzo mostra qualche segno positivo


mercato auto

Marzo mese meno nero del previsto, e sicuramente dei precedenti, per il mercato dell’auto in Italia che vede la Fiat tornare al segno più. Dopo una serie di crolli a due cifre, nel mese appena concluso le vendite hanno limitato le perdite al 4,9%, a fronte di 132.020 nuove immatricolazioni (138.816 di un anno fa). A febbraio il calo del mercato era stato del 17,41%. Lo comunica il ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture.

Fiat mostra piccoli progressi

A marzo il gruppo Fiat ha immatricolato 37.957 nuove vetture, in progresso del 5,33% rispetto alle 36.037 unità di un anno fa. A febbraio le vendite del Lingotto erano crollate del 16,84%. Nei primi tre mesi del 2013, Fiat group ha venduto 103.086 vetture, con un calo del 9,31% sul 2012. La quota di mercato è al 28,75 per cento in crescita di 2,8 punti percentuali rispetto all’anno scorso.

Federauto predica la calma

I dati sulle immatricolazioni in marzo traggono in inganno ha commentato Federauto, secondo cui il dato grezzo non tiene «conto che marzo 2012 aveva perso il -26,72% rispetto allo stesso mese del 2011. In realtà – ha affermato il presidente Filippo Pavan Bernacchi il -4,9% di marzo, se confermato come trend nei prossimi mesi, vedrebbe realizzarsi un mercato attorno a 1.300.000 vetture immatricolate, ovvero il 35% in meno dei 2 milioni di pezzi considerati come il livello minimo per la sopravvivenza della filiera automotive italiana che fattura l’11,4% del Pil, versa nelle casse dello Stato il 16,6% delle entrate fiscali nazionali e occupa, con l’indotto allargato, 1.200.000 persone»



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 1 minute, 51 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.