Venerdi, 24 febbraio 2017 - ORE:06:52

Moody’s condanna l’Italia, la fame è vicina


moody's

Moody’s conferma il rating ‘Baa2’ per l’Italia, con prospettive negative. E avverte: senza un mandato chiaro per il governo le riforme sono a rischio. Lo stallo politico può pesare anche sulla fiducia degli investitori, con il rischio di costringere il governo a cercare l’aiuto dell’Europa tramite l’Esm, il fondo salva Stati, e “potenzialmente la Bce”. Un’ipotesi, quest’ultima, “complicata” dalle difficoltà politiche perchè ogni appoggio esterno “richiederebbe inevitabilmente un impegno credibile del governo a ulteriori riforme”.

Un quadro decisamente nero

L’analisi di Moody’s dipinge un quadro severo per l’economia italiana, con una recessione più profonda delle attese. L’agenzia di rating rivede infatti al ribasso le stime di crescita del prodotto interno lordo (pil) 2013 che dovrebbe contrarsi dell’1,8% rispetto all’1% precedentemente stimato. Una previsione peggiore anche a quella del Fondo Monetario Internazionale (Fmi), che ha stimato per l’Italia un calo del pil dell’1,5%. La crescita – secondo Moody’s – tornerà solo nel 2014, quando il pil salirà di un modesto 0,2%.

Per l’Italia solo la speranza nell’errore

L’outlook negativo riflette “l’elevato rischio che l’Italia possa perdere la fiducia degli investitori e l’accesso ai mercati privati del debito in seguito allo stallo politico e all’incertezza sulla futura direzione politica, così come al rischio contagio” dagli altri paesi della periferia dell’area euro. A queste potenziali difficoltà, si aggiungono, “le prospettive politiche incerte, insieme all’aumento della disoccupazione e all’indebolimento della domanda interna”. Per l’agenzia, “nonostante gli sforzi in corso per formare un governo, senza un consenso ed un chiaro mandato, le prospettive di ulteriori riforme sono deboli”.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 1 second
Scrivi la tua opinione


  • Ti potrebbe interessare

  • Link che ci piacciono

    Copy to clipboard Update my DFP setup
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.