Giovedi, 25 maggio 2017 - ORE:18:10

Redditest, conosciamolo meglio


redditest

E’ giunto il momento di conoscere meglio le due armi principali che lo Stato utilizza per affrontare l’evasione fiscale

Redditest e nuovo Redditometro. Sono le due armi a disposizione dell’Agenzia delle Entrate per combattere l’evasione fiscale, che rischiano tuttavia di offuscare un po’ le idee a molti contribuenti italiani. Chi non ha troppa dimestichezza con le imposte, i tributi e le dichiarazioni dei redditi, rischia infatti di confondere tra loro questi due strumenti, nati entrambi per spingere i nostri connazionali a pagare tutte le imposte fino all’ultimo centesimo. E’ bene dunque fare un po’ di chiarezza su quali sono gli elementi che accumunano il Redditometro e il Redditest e quali sono, invece, quelli che li distinguono. Ecco una guida per orientarsi.

Ecco tutte le più importanti differenze fra i due strumenti di valutazione

Innanzitutto, va ricordato che il Redditometro esiste in Italia da parecchi anni e che, nel prossimo mese di marzo, verrà semplicemente aggiornato, con una nuova versione che ha già causato non poche polemiche. Si tratta di un metodo di accertamento fiscale che si basa su un meccanismo di per sé molto semplice: visto che accertare tutti i redditi percepiti dai contribuenti italiani è difficile, allora è meglio concentrarsi sulle loro spese. Acquisti di auto, case, ville, barche o cavalli da corsa (soltanto per citare qualche esempio), possono infatti essere passati ai raggi X dal Redditometro, per verificare se il tenore di vita di una persona è compatibile, o meno, con i compensi che ha dichiarato ogni anno al fisco.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 7 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.