Giovedi, 22 giugno 2017 - ORE:18:30

Tasse: il 2013 sarà ancora più mortificante


tasse

Bertolussi: “Pression fiscale insopportabile”

Si preannuncia un 2013 salatissimo per quanto concerne le tasse. Se, questo, era già apparso evidente con il finire del 2012 e l’avvento del Governo Monti, con il nuovo anno le cose potrebbero andare molto peggio.

Ecco quanto dichiarato da Giuseppe Bertolussi:

“Oltre a tener conto che per i contribuenti onesti la pressione fiscale reale si attesta ormai sopra il 54%, quando quest’ultima si calcola al netto dell’economia sommersa possiamo tranquillamente affermare che nel 2013 gli italiani lavoreranno per il Fisco fino alla metà di giugno. Una cosa insopportabile”.

Fisco: la Corte dei Conti si gira dall’altra parte

A quanto pare, anche la stessa Corte dei Conti sembra chiudere un occhio per quanto concerne la pressione delle tasse sulla ripresa economica. Seguendo, infatti, l’elaborazione della Cgia di Mestre, quest’anno su ogni italiano peserà un conto da 11.735 Euro. Il 125% in più di quanto abbiamo pagato nel 1980 (5.215 euro pro capite).

Le Associazione di artigiani e piccole imprese, invece, affermano che “la pressione fiscale raggiungerà il record storico del 45,1% del prodotto interno lordo, 13,7 punti percentuali in più rispetto al 1980”.

Il dato relativo alla pressione fiscale calcolato in questo 2013, stando a quanto riporta la Cgia, è “lievemente minore rispetto al dato immaginato nell’autunno scorso dal Documento di economia e finanza (45,3%)”.

Questo avviene poiché le stime della Cgia hanno puntato sulle disposizioni fiscali avviate dal parlamento con la legge di stabilità, che per l’anno in corso ridurrà di 0,2 punti percentuali la pressione fiscale.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 5 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.