Lunedi, 23 gennaio 2017 - ORE:22:02

Crisi economica, ci prendono in giro?


crisi economica

Quella che andremo a fare adesso, è una importante analisi delle cause che, di fatto, hanno provocato la feroce crisi economica del nostro paese. Le cause di questa problematica sono principalmente tre: i debiti dello Stato, l’economia che non cresce e la scarsa credibilità dei governanti, che hanno affrontato la crisi tardi, in modo incerto e poco coerente. Alla base di tutto c’è il debito accumulato dallo Stato italiano che ha raggiunto i 1.900 miliardi di euro, cioè il 120% della ricchezza prodotta dal nostro Paese in un anno, il cosiddetto Pil.

Cosa accade se lo Stato chiede troppi prestiti?

Il debito è costituito dai vari tipi di “titoli di Stato” (come i bot e i btp: buoni del tesoro) emessi dallo Stato a garanzia di prestiti da cittadini, banche, altri Paesi. Ma oggi l’italia è meno credibile (è stata degradata dalle agenzie che valutano la capacità dei debitori di restituire i prestiti) e per farsi prestare soldi deve offrire interessi sempre più alti. Il che accresce i debiti, e si comincia a temere che non potremo pagarli.
Ma per fortuna c’è ancora qualche via d’uscita.

Quali sono i rimedi?

Ovviamente, neanche a dirlo, se tre sono i problemi, tre sono anche le soluzioni del problema: La diminuzione del debito, la crescita economica e un governo credibile e capace di imporre a tutti, in modo equo, i sacrifici necessari per ridurre il debito e riavviare l’economia.

Sono due le strade. Entrambe dure e dolorose: i tagli e le tasse.
Rinviati i tagli ai costi della politica (province, indennità parlamentari ecc.) la forbice del governo si è abbattuta soprattutto sugli enti locali (mettendo in crisi il progetto del federalismo), la sanità, i ministeri.
Ma, secondo gli esperti, i tagli (più efficaci delle tasse) sono ancora troppo pochi.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 7 seconds
Scrivi la tua opinione


  • Ti potrebbe interessare

  • Link che ci piacciono

    Copy to clipboard Update my DFP setup
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.