Giovedi, 29 giugno 2017 - ORE:02:23

Operazione Golden Age, sventata truffa da 22 milioni di euro


sventata truffa

Chi è finito in manette per la truffa da 22 milioni di euro:

Sventata truffa da 22 milioni di euro: sono stati sottratti ad Inps e Ministero di Giustizia. Chi è finito in manette su ordine del tribunale di Roma sono:  Nicola Staniscia e Gina Tralicci (due coniugi avvocati del Foro di Roma), Barbara Conti (collaboratrice del loro studio legale) e Adriana Mezzoli (faccendiere che operava all’Ente nazionale assistenza sociale in Croazia). Attualmente le persone indagate son ben 13, tra queste anche il senatore recentemente eletto nelle consultazioni politiche di Scelta Civica Aldo di Biagio, con l’accusa di associazione a delinquere e che avrebbe beneficiato di 443.589 euro in assegni circolari. Le altre accuse sono truffa aggravata ai danni dello Stato; di patrocinavano ricorsi contro l’Inps per ottenere oneri accessori; falsità commessa da pubblici ufficiali in atti pubblici e riciclaggio.

I due avvocati Nicola Staniscia e Gina Tralicci sono ritenuti essere a capo dell’associazione a delinquere: per cinque anni hanno sottratto dalle casse dell’Inps più di 22milioni di euro; sottraevano inoltre cospicue somme dalle casse dello Stato per promuovere ricorsi fraudolenti contro il dicastero di via Arenula. La Golden Age, l’operazione che ha sventato la truffa, ha fatto emergere anche la struttura estera dell’organizzazione: si estendeva fino a Croazia e Argentina.

Come funzionava la truffa sventata:

Il pool reati economico-finanziari della procura di Roma ha ricostruito le tappe della truffa sventata: l’associazione dello studio legale incassava i milioni proventi di reato attraverso complicate operazioni bancarie che erano agevolate da un funzionario di banca addetto alla liquidazione dei risarcimenti riconosciuti dai giudizi favorevoli emessi per i fantomatici ricorsi contro l’Inps, poi utilizzava tali somme sia per acquistare ville e immobili a Londra, Roma e Cortina sia per costituire ricche provviste finanziarie, le quali erano protette dalle annesse società fiduciarie  giacenti su rapporti di conto corrente accesi in Svizzera, Lussemburgo, Gran Bretagna e Panama. Nel giro della truffa da 22 milioni di euro è stato scoperto aggirarsi anche Vincenzo Palazzo, ex dipendente di Banca Intesa ora indagato per riciclaggio.

I sequestri e lo scandalo universitario:

Immobili di grande valore, oltre 2,5 milioni di euro su conti correnti, studi legali e abitazioni sono state oggi confiscate dai Militari del Nucleo Speciale Polizia valutaria di Roma. Le indagini stanno continuando tutt’ora su eventuali altri collaboratori professionisti. Scandalo anche in ambito universitario a Roma: sotto accusa anche un professore universitario della Sapienza, Paolo Garau. Il docente è indagato per falso ideologico per induzione, egli infatti aveva attestato che il figlio di Staniscia aveva superato un esame ma in realtà il ragazzo già conosceva le domande che gli sarebbero state poste.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 5 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.