Lunedi, 24 luglio 2017 - ORE:10:52

Ingiusto licenziamento, scopriamo come difenderci


ingiusto licenziamento

I lavoratori possono avvalersi di alcuni appigli

In un periodo in cui il lavoro non fa che scarseggiare, subire un licenziamento diventa davvero una mazzata feroce ma non tutti sanno che licenziare ingiustamente un dipendente non è affatto così semplice.
La motivazione del licenziamento può dimorare nella presenza di una valida giustificazione.
In questo caso il datore di lavoro è obbligato a porgere termini di preavviso al lavoratore. La legge del 1966 prevede due ipotesi di giustificato motivo:

• Giustificato motivo soggettivo: costituito dal notevole inadempimento degli obblighi contrattuali.
• Giustificato motivo oggettivo: riguarda i casi di licenziamento determinato da ragioni inerenti all’attività produttiva
Tra le motivazioni più frequenti troviamo la cessazione dell’attività, il fallimento e la riorganizzazione aziendale (oltre alla sopraggiunta inidoneità fisica del lavoratore).
Abbiamo visto che perché il licenziamento sia legittimo il datore di lavoro deve addurre giuste motivazioni. Troviamo il licenziamento per giusta causa quando si verifica una circostanza tanto grave da non consentire la prosecuzione del rapporto lavorativo.

L’importanza del contratto collettivo

Di solito i contratti collettivi immaginano determinati fatti che confermano il licenziamento senza preavviso. Tra i casi più frequenti si segnalano il danneggiamento di materiali, la rissa nei luoghi di lavoro, le ingiurie verso il datore di lavoro o le violenze verso gli altri lavoratori.

Il Codice Civile permette a ciascuno dei contraenti di recedere dal contratto di lavoro a tempo indeterminato senza fornire alcuna motivazione (l’unico vincolo è il preavviso). Il datore di lavoro può quindi licenziare il lavoratore senza comunicare la decisione per iscritto e senza motivarla solo in queste categorie:
• lavoratori domestici
• coloro che hanno raggiunto l’età pensionabile
• lavoratori assunti in prova
• i dirigenti



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 16 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.